Lo street food di Palermo in un passaporto: Streat Palermo Tour

Metti che ti trovi in una città famosa per le sue prelibatezze. Metti che di queste prelibatezze, e magari di questa città stessa, conosci ben poco perché non l’hai mai visitata. Metti che hai bisogno di un consiglio per orientarti su come,dove, cosa mangiare. Che fai?
“Chiamo un amico esperto e chiedo a lui”. Risposta esatta.

A Palermo, con lo street food, questa esigenza è più forte che mai. E se non hai in rubrica il numero di un conoscente esperto, le cose sono due: usi la mappa di Crocchè o chiami direttamente Marco, il tour leader di Streat Palermo Tour. Il meccanismo è semplice: fissate un appuntamento in centro (di solito davanti al Teatro Massimo), e da lì parte un viaggio attraverso le tappe fondamentali del cibo da strada della città, tra degustazioni e aneddoti, passando in rassegna intanto le più belle attrazioni monumentali e turistiche del territorio. E siccome proprio di “viaggio” si parla, ogni viaggiatore porta con sé il “passaporto del mangione” che mette in fila i must dello street food di Palermo, dalle panelle al cannolo.

Proprio qualche giorno fa quelli di Sereno Variabile, su Rai 2, sono venuti a testare di persona:


4 commenti
Accedi col tuo account personale o scrivi con un account ospite.